567

REGGIO BASEBALL

LA PALFINGER VINCE GARA 1 E POI SI SPEGNE..

La Palfinger torna da Godo con l’amaro in bocca. Dopo una splendida prova in gara 1 vinta per 12 a 2, i ragazzi di Carriòn si spengono e nel secondo incontro non giocano per 8 riprese. GARA 1 Nel primo incontro i reggiani schierano come partente ancora Filippo Crepaldi, mentre i Goti affidano il compito […]

websiteslideshow7
La Palfinger torna da Godo con l’amaro in bocca. Dopo una splendida prova in gara 1 vinta per 12 a 2, i ragazzi di Carriòn si spengono e nel secondo incontro non giocano per 8 riprese.

GARA 1
Nel primo incontro i reggiani schierano come partente ancora Filippo Crepaldi, mentre i Goti affidano il compito a Casalini; la Palfinger non impiega moltot a prendere le misure ai lanci del mancino ex Arezzo, e nel terzo attacco mettono a segno ben 5 punti grazie ai singoli di Biagini, Macaluso e Bertoli. I biancorossi però non si accontentano e nell’attacco successivo mettono a segno altri 2 punti grazie ai singoli di Tagliavini e Marquèz.
Crepaldi, intanto, continua a tenere a bada le mazze avversarie, aiutato anche da una difesa impeccabile, e dopo 5.1 riprese quasi perfette, lascia al posto a Bartolini. Il giovane pitcher reggiano non concede nulla per le prime due riprese, poi qualche problema di controllo e l homer di Sanchez permettono al Godo di segnare 2 punti all’ottava ripresa.
L attacco della Palfinger però non è ancora sazio e alla nona ripresa porta il risultato sul definitivo 12 a 2.
Una gara in cui non c’è davvero stata storia, dove il line up Palfinger ha letteralmente surclassato il monte di lancio ravennate, e dove la difesa non ha concesso nulla. Ottime prove in battuta per Bertoli con un perentorio 3 su 3 e Ferrini, 3 su 4 per lui. Altra nota positiva del match è stata la prima valida in Ibl per il giovane Cerioli, che sigla così il sogno di una vita sperando che questa sia la prima di una lunga serie.

GARA 2
Il secondo incontro è una di quelle partite da dimenticare per la Palfinger. I reggiani non giocano, sbagliano tanto in difesa e non producono nulla di concreto in attacco.
I Goti passano subito in vantaggio grazie al solo homer di Sanchez, e Galeotti zittisce per 6 riprese le mazze reggiane, che non approfittano di alcune situazioni chiave per riportarsi in partita.
Al sesto i knights allungano ancora sul partente Bastardo, che dopo aver concesso una baseball a Caradonna, commette un lancio pazzo sul quale l’esterno corre bene e arriva fino in terza e poi segna sulla volata di sacrificio di Rodriguez.
Il Godo cambia l’ottimo Galeotti con Del Bianco, ma la sostanza non cambia, pur con qualche problema di controllo il rilievo rossoblu sembra riuscire a tenere la partita,ma al nono concede due basi per ball a Bertoli e Quintavalla, cosa che convince il manager Fuzzi a chiamare dal Bull pen il giovane Volodin. Un lancio pazzo porta i corridori in seconda e terza, e la rimbalzante di Cammi e il singolo di Tagliavini portano il risultato sul 2 pari.
Al decimo attacco i reggiani non riescono per l’ennesima volta a concretizzare, mentre i Goti approfittano di tutte le sviste dei reggiani, e dopo aver riempito le basi due incertezze difensive regalano la vittoria ad un Godo che si è dimostrato più cinico di una Palfinger spenta e priva di iniziativa.
Un plauso lo meritano sia il pitcher Acosta che fino a qui sta facendo vedere davvero grandi cose, e al terza base Tagliavini, autore di una prova superlativa sia in difesa che in attacco dove chiude con un devastante 3 su 4.

Comments are closed.

Most Recent Post

2013

Dopo un inverno in cui e’ stato fatto il grande passo e la svolta verso l’IBL, mesi di duro lavoro societario e tecnico per mettere in piedi una squadra che onorasse l’impegno, dopo 4 mesi e mezzo di regular season…e’ terminato lo scorso weekend l’anno del debutto del Reggio baseball nella massima, almeno nel formato […]

Categories

Content © REGGIO BASEBALL
Proudly powered by WordPress
Theme designed by The Design Canopy

Entries (RSS)
Comments (RSS)

125 queries.
0,544 seconds.